Fiume

Maggiore porto croato

Maggiore porto croato, centro amministrativo del Quarnero, città ricca di storia e dal futuro luminoso, scoprite Fiume, una città che rimane nei ricordi! 

Le più antiche tracce dell'esistenza umana nell’odierna area di Fiume risalgono al Paleolitico e al Neolitico, mentre i resti delle fortificazioni preistoriche risalgono all’Età del bronzo e del ferro. Questo tipo d’insediamento dominava la baia di Fiume proteggendone il porto anche al tempo delle tribù illiriche (Liburnia).

I Romani spostano il centro cittadino più vicino al mare, sul lato destro della confluenza del fiume Rječina nell'Adriatico, sul luogo dove si trova l’odierna Città Vecchia. Sul livello urbano della Tarsatika romana testimoniano numerosi siti archeologici (le basi delle mura romane fortificate, mura di edifici, resti di terme, porte romane). La sua ubicazione aveva tutte le caratteristiche per diventare un importante porto e città commerciale; posizionata su dolci pendii e una zona costiera stretta, ricca di sorgenti di acqua dolce e riparata da una baia delineata da un porto naturale.

Mappa

Localizzaci sulla mappa

5 cose che dovete fare


  1. Corso
    Nel Corso, Fiume si riflette, da esso Fiume s'interpreta. Con ciò sarà concorde chiunque abbia almeno una volta sorseggiato un caffè su una delle numerose terrazze o nei vivaci caffè allineati lungo questa particolare passeggiata. Chi almeno una volta si sia seduto su una delle panchine, proprio a questo scopo, sistemate nel Corso, cosi come chi ha osservato, questa che è la più vivace delle vie cittadine “dall’alto”, da uno dei luoghi preferiti dai Fiumani, situato nei piani più alti degli edifici.
  2. Il castello di Tersatto
    Il castello di Tersatto è strategicamente situato su uno sporgente belvedere alto 138 metri che domina tutta Fiume. Viene menzionato per la prima volta nel 1288 come sede parrocchiale. Era questo il luogo, dove si trovava sin dalla preistoria il punto di osservazione dei Liburni, il punto da dove controllavano le vie che dall'entroterra portavano al mare. Per i Romani questa era un'ottima posizione per il consolidamento del loro sistema di difesa, il cosiddetto, Limes Liburni, il cui punto di partenza era Tarsatika, città - fortezza, sita dove si trova oggi il centro storico della città.
  3. L'ex palazzo del Governatore
    La costruzione del Palazzo del Governatore è iniziata nel 1892, al tempo del governatore Lajos Batthyány ed è stato progettato da uno dei più importanti architetti ungheresi Alajos Hauszmann, già confermato per il progetto del Palazzo Reale e della sede del Parlamento a Budapest. Il palazzo ospita oggi il Museo Marittimo e storico del Litorale croato, fondato nel 1961, che ha al suo interno il dipartimento marittimo, culturale, storico, etnografico e archeologico.
  4. Centro astronomico di Fiume
    Il Centro astronomico di Fiume è una struttura unica nel suo genere in Croazia. È stato inaugurato nel 2009, sopra la città, nell'ex fortezza risalente alla Seconda Guerra Mondiale. In una delle quattro torri della fortezza, è stato inserito nel 2001 un telescopio, protetto da una cupola mobile. La struttura è oggi è il primo centro di astronomia in Croazia, che sia al contempo osservatorio e planetario. È anche l'unico planetario in Croazia e nella regione avente la tecnologia digitale. Il suo programma si svolge nella cupola sferica, che può ospitare fino a 52 visitatori. In essa, tutti i giorni dal martedì al sabato, si possono guardare film e presentazioni dedicate alla vastità dello spazio. Il Planetario fa parte dell'Associazione Internazionale di planetari (International Planetarium Society).
  5. Peek&Poke museo dell'infomatica
    Chi entra nel Museo fiumano di computer e da un’occhiata alla sua storia, rimarrà sorpreso della velocità con la quale il nostro futuro tecnologico sia diventato passato. Porta il nome Peek&Poke, ed è il primo Museo croato di computer e apparecchiature informatiche. È stato inaugurato nel 2007, e accoglie i suoi visitatori con reperti risalenti al 1960. Tra i più antichi c’è uno dei pionieri della tecnologia informatica, ovvero il computer MiniVac (1961), accanto ad esso c’è il primo personal computer su larga scala (Apple II), il primo computer di casa a prezzo accessibile (ZX80), il primo PDA (Newton), il computer sul quale creava l’artista Andy Warhol (Amiga 1000), e il bisnonno di tutti i computer moderni il PC IBM originale.

Webcams


Meteo

Controlla le condizioni meteo